Home / Piedi / Dieci fattori di rischio per l’onicomicosi

Dieci fattori di rischio per l’onicomicosi

Sono numerosi i fattori di rischio per l’onicomicosi, la famigerata micosi dell’unghia, che colpisce oltre l’8% della popolazione adulta mondiale.

I fattori di rischio per l’onicomicosi sono molteplici e al giorno d’oggi sempre più soggetti sono colpiti da questa sgradevole infezione fungina. Oltre a conferire un aspetto sgradevole, l’onicomicosi può essere causa di molti problemi a carico delle unghie, le quali possono staccarsi o divenire spesse, raggrinzite e assumere una colorazione gialla.
I motivi che stanno alla base dell’insorgenza di questa infezione sono la predisposizione genetica, l’ambiente circostante ovvero la compresenza di determinate condizioni di salute. Tutti questi motivi, congiuntamente o separatamente, fanno sì che un certo gruppo di persone si trovano in una condizione di rischio più elevato di contrarre la patologia. Quello che segue è un elenco di alcuni fattori di rischio per l’onicomicosi, fattori che possono aumentare le probabilità di contrarre la micosi delle unghie.

Fattori di riscio per l'onicomicosi

  • L’onicomicosi si riscontra soprattutto nelle persone di mezza età e ciò ha indotto molti studiosi a ritenere che l’invecchiamento possa costituire un fattore di rischio per l’onicomicosi. Invero, si è scoperto che la riduzione della circolazione del sangue, l’ispessimento delle unghie e il minore tasso di crescita delle stesse che si osservano nelle persone di mezza età aumenta il rischio di sviluppare l’onicomicosi.
  • Le persone affette da diabete di tipo I o di tipo II sono soggette a un rischio maggiore di sviluppare l’infezione. Si ipotizza che ciò sia dovuto a causa della risposta insulinica al fungo. Se si soffre di diabete e si è contratta l’onicomicosi, è importante consultare il proprio medico il più presto possibile per evitare ulteriori complicazioni in quanto i soggetti diabetici tendono a rispondere in modo insufficiente agli antibiotici.
  • Alcune persone sudano di più rispetto alla media, e ciò le rende più sensibili allo sviluppo di funghi alle unghie. Il rischio aumenta se si tengono i piedi chiusi nelle scarpe per tutto il tempo.
  • Le persone che soffrono di psoriasi della pelle tendono a sviluppare l’onicomicosi più facilmente. Ciò è dovuto alle risposte alterate del sistema immunitario causate dalla psoriasi o dai farmaci usati per contrastarla i quali riducono le difese immunitarie.
  • Un infortunio all’unghia che non viene curato immediatamente può sfociare in onicomicosi a causa della esposizione del letto ungueale all’atmosfera per una durata superiore rispetto al normale.
  • Misure igieniche insufficienti quali non lavarsi i piedi regolarmente, non coprire i piedi quando essi sono esposti a luoghi come bagni con doccia e piscine, non pulire regolarmente i calzini e le scarpe e visitare saloni di bellezza che non seguono una corretta igiene sono fra i principali fattori di rischio per l’onicomicosi.
  • La predisposizione genetica alla malattia gioca anche un ruolo piuttosto importante. Geneticamente alcune persone non possiedono un’immunità tale da combattere efficacemente il fungo e sono più soggetti ai fattori di rischio per l’onicomicosi. Quindi, se i propri genitori o i propri nonni hanno sofferto in passato di onicomicosi, è probabile che si possa contrarre con maggiore facilità questa fastidiosa infezione.
  • Le persone affette da piede d’atleta sono ad alto rischio di sviluppo di onicomicosi. Il piede d’atleta è un’infezione fungina della pelle che provoca desquamazione, prurito e arrossamento della pelle. Lo stesso fungo che causa il piede d’atleta è in grado di sviluppare onicomicosi.
  • In genere, un sistema immunitario indebolito espone a un rischio elevato di contrarre l’infezione. Quando il fungo dell’unghia attacca le persone con il sistema immunitario fiaccato, si è soggetti a ulteriori complicazioni e, quindi, si dovrebbe consultare immediatamente un dermatologo.
  • I climi caldi e umidi aiutano il fungo a prosperare e, di conseguenza le persone che lavorano nei paesi con climi caldi, con l’aumento dei livelli di umidità, sono più soggetti allo scatenarsi di fattori di rischio per l’onicomicosi che ne causano l’insorgenza.

Forse potrebbe interessarti...

I piedini dei bimbi

I piedini dei bimbi

In qualità di genitori ci si trova spesso a chiedersi come prendersi cura dei piedini ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *