Home / Diabete / Consigli per prendersi cura del pancreas e prevenire la pancreatite

Consigli per prendersi cura del pancreas e prevenire la pancreatite

Un pancreas sano funziona normalmente, ma se lo si trascura aumenta il rischio di essere colpiti dalla pancreatite, una patologia grave che può, in alcuni casi, rivelarsi fatale. Ecco che la prevenzione gioca un ruolo di primo piano nell’ottica del mantenimento del suo corretto stato di salute.
In questo articolo parleremo di questo importantissimo organo e dei consigli per prendersi cura del pancreas con dei semplici accorgimenti di natura alimentare, ma non solo.

Consigli per prendersi cura del pancreasCosa è il pancreas e a che cosa serve

Situato dietro lo stomaco, vicino al duodeno, il pancreas è una ghiandola incaricata di elaborare gli enzimi necessari per digerire i cibi che mangiamo.
Fino a quando il pancreas non ci dà fastidi particolari, raramente prestiamo la dovuta attenzione a questo organo importantissimo e ai consigli per prendersi cura del pancreas in modo corretto.
Un pancreas poco curato può infatti essere colpito da pancreatite acuta, un’infiammazione pericolosissima i cui sintomi sono costituiti da dolore al quadrante superiore sinistro dell’addome con irradiazioni alla schiena, nausea e vomito; talvolta accompagnati da febbre e dall’aumento della frequenza cardiaca.
L’attacco può manifestarsi repentinamente con dolore intenso ovvero può cominciare a poco a poco nel corso di un pasto e poi peggiorare con l’assunzione ulteriore di cibo.
Per la diagnosi di pancreatite, i medici verificano gli elevati livelli di amilasi nel sangue, nonché modifiche nel bilancio elettrolitico.
La maggior parte dei casi di pancreatite acuta sono causa di un’eccessiva assunzione di alcol ovvero di calcoli biliari che ostruiscono il dotto pancreatico.
Anche le reazioni ad alcuni tipi di farmaci, come ad esempio i diuretici, possono scatenare la pancreatite.
Talvolta la causa è genetica e in circa il 15 per cento dei casi essa resta sconosciuta.
E’ importante notare come la pancreatite possa anche insorgere quale esito di una malattia più complessa, come la stanchezza cronica o la fibromialgia.
La pancreatite cronica, che a volte si sviluppa in seguito a un attacco acuto, è generalmente causata da abuso di alcool.
La pancreatite cronica spesso conduce alla malnutrizione e alla perdita di peso: la secrezione degli enzimi viene compromessa, con conseguente cattiva digestione e diminuzione delle capacità di assimilazione delle sostanze nutritive. I soggetti colpiti da questa patologia sono anche a rischio maggiore di sviluppare il diabete, specialmente nel caso in cui le cellule produttrici di insulina del pancreas sono state danneggiate.
La ricerca ha dimostrato che il trattamento più efficace per la pancreatite acuta consiste nell’evitare il consumo dei cibi solidi per svariati giorni. Se l’attacco è grave e il paziente è ricoverato, i fluidi verranno somministrati per via endovenosa.
I consigli per prendersi cura del pancreas per prevenire attacchi futuri o lo sviluppo di pancreatite cronica sono quelli di evitare l’alcol e di seguire una dieta naturale, con alimenti integrali a basso contenuto di grassi idrogenati e con molta frutta e verdura cruda.

I più efficaci consigli per prendersi cura del pancreas

Consigli per prendersi cura del pancreasFra i consigli per prendersi cura del pancreas rientra un efficace utilizzo degli enzimi vegetali.
Questi, che si trovano naturalmente in tutti gli alimenti freschi, facilitano notevolmente la digestione e l’assimilazione delle sostanze nutritive nel corpo.
Quando introduciamo i cibi crudi in bocca, la masticazione rompe le pareti cellulari e rilascia gli enzimi vegetali i quali avviano immediatamente la digestione.
Gli alimenti crudi possiedono l’esatta quantità e i tipi di enzimi necessari per favorire la digestione. In questa maniera, gli enzimi introdotti nell’organismo tramite i cibi crudi riducono notevolmente la pressione posta sul pancreas per la produzione degli enzimi digestivi.
Il consumo eccessivo di cibi cotti e trasformati, che sono privi di enzimi, pone viceversa un grande sforzo sul pancreas ed è probabile che ciò costituisca un fattore che contribuisce allo sviluppo della pancreatite.
E’ possibile reperire in commercio sia enzimi vegetali (preferiti dai vegetariani) sia enzimi ricavati da enzimi pancreatici di origine animale.
Per tutti coloro che si trovano in fase di convalescenza dalla pancreatite, un supplemento di enzimi a spettro completo di alta qualità è essenziale per ripristinare la salute dell’apparato digerente e il corretto assorbimento dei nutrienti.
La proteasi per abbattere le proteine, la lipasi per abbattere i grassi e l’amilasi per abbattere i carboidrati devono essere presenti in quantità adeguate.
Molti integratori di enzimi contengono anche betaina cloridrato, in grado di avviare la digestione delle proteine ​​nello stomaco.
La corretta digestione delle proteine ​​in aminoacidi è di somma importanza, in quanto consente all’organismo la produzione di nuove cellule dagli amminoacidi.
La maggior parte degli adulti di età superiore ai 35 anni non produce acido cloridrico a sufficienza nello stomaco.
Le malattie e lo stress mentale ed emotivo contribuiscono alla diminuzione della produzione di acido cloridrico. Ciò perpetua un ciclo di cattiva salute a causa della mancanza di proteine ​​disponibili nel corpo.
Garantire una buona digestione delle proteine ​​con un supplemento di cloridrato di betaina ed enzimi proteolitici è essenziale se questo circolo vizioso deve essere interrotto.
Ancora, fra i consigli per prendersi cura del pancreas rientrano le misure atte a garantire l’integrità della flora batterica intestinale.

Nel tratto intestinale, è infatti importante ripopolare i batteri benefici che sono i normali residenti di un intestino sano. I prodotti probiotici, che forniscono una varietà di ceppi di batteri lattici, fra i quali il Lactobacillus acidophilus e il Bifidobacterium bifidus si trovano facilmente al supermercato.
Il consumo di latticini fermentati, come lo yogurt o il kefir, così come le verdure lattofermentate pastorizzate, quali ad esempio i crauti, aiutano anche a ristabilire la flora intestinale sana, importante per la corretta assimilazione delle sostanze nutritive.
Un altro dei consigli per prendersi cura del pancreas consiste nel completare la dieta con una buona fonte di acidi grassi essenziali, come l’olio di enotera (bella di notte) o l’olio di semi di lino. Ciò è di aiuto per il metabolismo dei grassi, che è spesso messo a repentaglio quando l’attività del pancreas è compromessa.
Si raccomanda anche un supplemento di lecitina, dal momento che essa aiuta a emulsionare i grassi.
Un pancreas sano regola anche il metabolismo degli zuccheri nel sangue attraverso il rilascio di insulina. L’insulina facilita il trasporto degli zuccheri nel sangue (glucosio) alle cellule.
Le cellule necessitano di glucosio per produrre energia. Se la dieta è ricca di carboidrati raffinati, che inondano il flusso sanguigno di zucchero, il pancreas va sotto stress perché deve rispondere continuamente a forti fluttuazioni dei livelli di glucosio. Per evitare tale sforzo sul pancreas, è importante tenere lontani lo zucchero raffinato, la farina bianca raffinata, il riso bianco, la pasta, nonché gli alimenti trasformati che li contengono.
Ecco che fra i consigli per prendersi cura del pancreas, una dieta ad alto contenuto di fibre è l’opzione migliore.
Le fibre rallentano la velocità di transito del cibo lungo il tratto intestinale provocando un rilascio più graduale di glucosio nel sangue.
Consigli per prendersi cura del pancreasE’ anche importante masticare bene tutti gli alimenti che si consumano. Masticare permette all’enzima ptialina contenuto nella saliva (in grado di abbattere l’amido), di avviare il processo di digestione.
La masticazione aumenta anche la superficie del cibo in quanto questo viene suddiviso in particelle più piccole, rendendo il cibo stesso più accessibile ai succhi digestivi.
Meglio masticheremo il cibo, meno lavoro dovrà svolgere l’apparato digerente; con tutte le ricadute positive che ciò comporta.
Infine, fra i consigli per prendersi cura del pancreas in modo efficace, rientrano i cambiamenti nello stile di vita che aiutano a ridurre lo stress: l’apparato digerente è altamente suscettibile alle patologie da turbamenti emotivi e da influenze corrispondenti del sistema endocrino e nervoso.
Un esercizio fisico regolare, massaggi e relax possono dunque aiutare a ottimizzare la funzione digestiva e a mantenere il pancreas in uno stato di salute ottimale.

Forse potrebbe interessarti...

Malattie rare – malattia di Pompe

La malattia di Pompe

Le malattie rare: cosa sono e come si manifestano. Introduzione alla malattia di Pompe Le malattie ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *