Home / Patologie / Dismetria degli arti inferiori: la gamba corta e gli esercizi

Dismetria degli arti inferiori: la gamba corta e gli esercizi

La dismetria degli arti inferiori si verifica quando vi è uno squilibrio tra fianchi e gambe che comporta lo spostamento di una gamba verso l’alto facendola apparire più corta. Il problema, quindi, ha sia caratteristiche funzionali che anatomiche.

Dismetria degli arti inferioriL’uso dei plantari è in grado di correggere il problema anatomico della dismetria degli arti inferiori.
Per quel che riguarda il problema funzionale, invece, ci sono alcuni esercizi che possono essere utili nel trattamento della dismetria degli arti inferiori. Nell’articolo che segue prenderemo in esame alcuni di questi esercizi.

Esercizi per la dismetria degli arti inferiori

Stretching incrociato

Questo esercizio allunga il muscolo principale della natica (gluteo maximo) e altri piccoli muscoli presenti nei fianchi e nei glutei (gluteo medio e gluteo minimo):

  • Sdraiatevi sulla schiena;
  • Incrociate le gambe con la gamba più corta sopra il ginocchio dell’altra. Entrambe le ginocchia in questo momento sono piegate;
  • Il piede della gamba più lunga si trova sul pavimento;
  • Ora provate a sollevare i fianchi facendo leva sulla gamba poggiata e allungatevi al massimo mantenendo le spalle sul pavimento.

Stretching per i muscoli posteriori della gamba

Questo esercizio serve per sciogliere i muscoli presenti nella parte posteriore della gamba:

  • Sdraiatevi sulla schiena in modo tale che le gambe attraversino una porta aperta;
  • Ponete la parte inferiore della gamba corta lungo il lato della porta; il ginocchio dell’altra gamba è piegato e il piede tocca il pavimento;
  • Alzate la schiena e flettetevi in avanti fino a sentire tirare i muscoli dei polpacci e il tendine del ginocchio;
  • È possibile inclinare il bacino in avanti e inarcare la schiena per aumentare l’allungamento.

Stretching dell’anca da sdraiati

Questo esercizio aiuta ad aumentare la lunghezza dei muscoli dei fianchi. La flessione dell’anca fa si che l’anca si sposti in avanti, verso l’addome:

  • Sdraiatevi sulla schiena su una panchina o un lettino da massaggio. Evitate di eseguire l’ esercizio sul pavimento poiché la gamba corta deve restare piegata e penzoloni (non deve toccare il pavimento) mentre l’altra è al livello del petto. Restare in posizione per una decina di secondi, distendete la gamba e ripetete l’esercizio diverse volte;
  • Questo esercizio può essere anche eseguito sul bordo del letto, ma assicuratevi che il letto sia abbastanza rigido.

Stretching dell’anca da inginocchiati

Durante questo esercizio i flessori dell’anca e i quadricipiti si estendono:

  • Inginocchiatevi sul ginocchio della gamba corta in modo tale che l’altra gamba è in avanti e le ginocchia siano piegate a 90 gradi;
  • Mantenendo la schiena dritta cercate di piegare il ginocchio della gamba lunga in avanti spingendo anche il bacino;
  • È possibile posizionare un cuscino o un asciugamano piegato sotto il ginocchio per essere più comodi.

Forse potrebbe interessarti...

diagnosi della sindrome coronarica acuta

Diagnosi della sindrome coronarica acuta

La diagnosi della sindrome coronarica acuta La diagnosi della sindrome coronarica acuta si effettua mediante l’ausilio ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *