Il tumore del polmone

Il tumore del polmone può essere definito come una neoplasia maligna che trae origine dai tessuti epiteliali (carcinomi) che compongono i bronchi e il parenchima polmonare.

Tumore del polmoneCause di insorgenza di tumore del polmone

La causa scatenante del tumore del polmone non è ancora oggi conosciuta. Il fumo di sigaretta (anche quello passivo, seppure in misura minore) sembra essere la causa scatenante principale. Il fumo di sigaretta sembra produrre questo effetto deleterio a causa delle sostanze tossiche, che, in numero di oltre 4.000, agiscono sia tramite un’azione lesiva immediata sia in maniera indiretta, causando cioè la degenerazione maligna nel corso degli anni. Altro importante fattore di rischio è costituito dal radon. Quest’ultimo si colloca al secondo posto e si pensa sia responsabile di 3 mila casi di tumore del polmone ogni anno in Italia. Altri fattori cancerogeni sono costituiti sicuramente dall’amianto, dai metalli pesanti e dagli oli minerali. L’insorgenza del tumore del polmone può anche essere facilitata dalla predisposizione genetica.

Sintomi

Non sempre un tumore del polmone dà luogo a una sintomatologia chiara. In taluni casi può associarsi a febbre lieve, per lo più nelle ore serali, dimagramento, ovvero tosse secca; in altri può implicare dolore al torace, difficoltà nella respirazione o espulsione di catarro con presenza di rigature di sangue. L’insorgenza e lo sviluppo di metastasi, le quali possono colpire qualsiasi organo, prossimo o distante (pancreas, fegato, reni, cervello, cute, surreni e ossa) ed essere identificate perfino prima della neoplasia originaria, causano una sintomatologia specifica correlata all’organo interessato.

Diagnosi di tumore del polmone

La radiografia del torace e la TAC sono le metodiche diagnostiche più importanti in caso di comparsa di sintomi specifici. La PET può essere d’ausilio per far chiarezza sui casi dubbi. Una volta individuato e localizzato, il tumore deve essere soggetto a esame istologico, per determinare con precisione la sua tipologia. Il prelievo può essere effettuato, a seconda della sede interessata, mediante agobiopsia o broncoscopia.

Trattamento del tumore del polmone

Il tumore a piccole cellule (microcitoma), che costituisce un quinto di tutti i casi che si riscontrano, necessita dell’associazione di chemio e, se possibile, di radioterapia. Nei tumori a grandi cellule, invece, la chirurgia è il metodo di trattamento principale, a meno della presenza di metastasi. Nelle forme caratterizzate da ampia estensione si impiega solitamente la chemioterapia (eventualmente in associazione alla radioterapia) prima di effettuare l’intervento, al fine di diminuire le dimensioni della massa tumorale. Una nuova prospettiva di cura è costituita dai farmaci biologici, tuttora in corso di studio.