I tender points della fibromialgia

Il termine fibromialgia deriva dalle parole greche fibro, che sta per tessuto fibroso, mio cioè muscolo e algia che vuol dire dolore. Nell’ambito di questa patologia è possibile individuare dei c.d. “tender points” che altro non sono che quei punti del corpo che possono aiutare i medici a diagnosticare la malattia.

Questi tender points sono molto sensibili al tatto e possono causare dolore lancinante nel paziente che è affetto da fibromialgia. In sostanza, possono essere definiti come aree dolenti alla pressione (pure leggera) localizzate in parti ben individuate del corpo. E in ogni caso il dolore è evocato unicamente nell’area in cui si trovano e in nessun caso a distanza.
Vi sono 18 di questi punti associati alla fibromialgia. Ma prima di approfondire l’argomento, è necessario dare un accenno alla patologia.

Cos’è la fibromialgia?

La fibromialgia è una malattia reumatica che colpisce i tessuti molli del corpo. Per fortuna, a differenza di altre forme di artrite, la fibromialgia non porta ad alcun tipo di deformità articolari, ma provoca dolori muscolari gravi e sensibilità in diversi punti del corpo.

Tender points fibromialgia

I tender points (punti sensibili)

L’esatta causa che ingenera il dolore in questi punti sensibili non è conosciuta, ma è importante notare che tutte le persone che soffrono di fibromialgia denotano sensibilità negli stessi punti. E’ proprio la prevedibilità di questi punti che può aiutare a formulare la diagnosi.
I tender points non colpiscono i muscoli nel loro complesso, bensì in realtà interessano le aree adiacenti alle articolazioni le quali diventano molto sensibili al tatto causando dolore anche con la semplice leggera pressione di un dito.

Ci sono 9 posizioni muscolari bilaterali nel corpo in cui è possibile riscontrare i tender points. Essi sono:

  • regione cervicale inferiore – alla base del cranio accanto alla colonna vertebrale;
  • alla base del collo, nella parte posteriore;
  • occipite – sulla sommità della spalla verso il retro;
  • trapezio muscolare – sullo sterno;
  • muscolo sovraspinato – sul bordo esterno dell’avambraccio circa 2 cm al di sotto del gomito;
  • epicondilo laterale – sopra la scapola;
  • gluteo – parte superiore dell’anca;
  • grande trocantere – all’esterno dell’anca;
  • ginocchio – il cuscinetto adiposo sopra il ginocchio.

Per poter formulare una buona diagnosi di fibromialgia, il medico dovrebbe trovare riscontro in almeno 11 di questi 18 tender points. Oltre a ciò, deve trovarsi riscontro di altri sintomi come la depressione, l’affaticamento, la sindrome del colon irritabile e i disturbi del sonno.