La sindrome del tunnel tarsale

Tunnel tarsale

Il dolore all’interno della caviglia o alla pianta del piede potrebbe essere causato dalla sindrome del tunnel tarsale.

Tunnel tarsaleI sintomi associati al tunnel tarsale sono tipicamente un bruciore o un dolore lancinante. Inoltre, possono manifestarsi sensazione di intorpidimento o di formicolio.
La sindrome del tunnel tarsale è simile alla più conosciuta sindrome del tunnel carpale che affligge le mani e i polsi.
Il tunnel tarsale si trova sulla parte interna della caviglia ed è attraversato dai nervi diretti al piede. Quando questi nervi vengono compressi, si sviluppa la sindrome. Nel tunnel tarsale sono anche contenute le vene, le arterie e i tendini.
La sindrome del tunnel tarsale può avere un esordio improvviso e in genere si manifesta a causa di attività fisica intensa. Anche lo stare in piedi per parecchio tempo contribuisce allo sviluppo della patologia.
Gli individui con una postura scorretta sono più soggetti a sviluppare la sindrome, specialmente coloro che hanno un’inclinazione verso l’esterno.

La causa che può scatenare l’insorgenza della patologia, come detto, è costituita dalla compressione dei nervi che attraversano il tunnel tarsale. Tale compressione può essere esercitata da cisti, da vene varicose o da tendini gonfi.
Anche un infortunio può essere causa di insorgenza della sindrome del tunnel tarsale. La distorsione alla caviglia è l’esempio più lampante in quanto essa provoca gonfiore che spesso può comprimere i nervi del tunnel. Anche altre patologie che causano gonfiore come il diabete possono provocare lo stesso effetto. L’obesità è inoltre un ulteriore fattore di rischio.
Poiché il dolore al piede potrebbe derivare da altre cause, è opportuno ottenere una diagnosi medica che sia quanto più precoce possibile.
Ottenuta la diagnosi è necessario poi porre in essere immediatamente il relativo trattamento in quanto questa patologia, se trascurata, può generare nevrite che a sua volta può compromettere in maniera permanente i nervi.