Home / Fumo / I deleteri effetti del fumo

I deleteri effetti del fumo

Le malattie causate dal fumo non sono certamente un argomento nuovo. A prescindere dal fatto che si fumino quotidianamente cinque sigarette o cinquanta, non si deve mai dubitare che gli effetti del fumo di sigarette o di altri prodotti del tabacco sia estremamente pericoloso per la salute. Il fumo prima o poi riguarderà la vostra salute: il fumo di sigaretta può infatti danneggiare effettivamente quasi ogni organo del corpo umano.

Deleteri effetti del fumoI deleteri effetti del fumo: una panoramica

In tempi recenti, i medici e gli scienziati hanno iniziato a comprendere la reale portata dei deleteri effetti del fumo sulla salute delle persone in modo diretto e, indirettamente, purtroppo, anche sulla salute delle persone che circondano il fumatore.
Fumare sigarette per tanti anni può portare a una serie di malattie gravi, che sono a volte fatali. Chi non sarà toccato da questo atroce destino, resterà comunque segnato per sempre dai deleteri effetti del fumo.
Nella maggior parte dei casi, si comincia a fumare sigarette nel periodo dell’adolescenza quando i deleteri effetti del fumo sulla salute non sono particolarmente avvertiti, come è tipico per le persone che si trovano in quella fascia d’età.
Dopo un breve periodo, si diventerà dipendenti dalla nicotina e sarà troppo tardi per smettere di fumare senza difficoltà.
Minore è l’età in cui si comincia a fumare e maggiori saranno i rischi per la salute che prima o poi dovranno essere affrontati nella vita.
Il fumo di tabacco provoca una serie di malattie, non solo il cancro del polmone, ma svariate altre patologie che sono strettamente connesse all’abitudine al fumo. Queste problematiche possono influenzare il flusso sanguigno e la respirazione, nonché le gengive e bocca e svariati altri organi del corpo. Ergo, non esiste una sigaretta sicura. A prescindere che si fumi una sigaretta light o una ultra light, gli effetti dannosi restano sempre gli stessi.
Il fumo cagiona il cancro e svariate altre malattie croniche. Punto. Tuttavia, purtroppo, le persone continuano a fumare sigarette diventando vulnerabili ed esponendosi a queste terribili malattie.

I deleteri effetti del fumo

Il fumo è considerato come la causa preponderante di morte prematura e di malattia prevenibile nella maggior parte delle nazioni sviluppate di tutto il mondo. Quasi 120.000 persone muoiono ogni anno per malattie associate al fumo nel solo Regno Unito. Inoltre, il 50% di tutti i fumatori vanno incontro a una morte prematura a causa del fumo a lungo termine, una gran parte di loro muore quando avrà raggiunto l’età di mezzo.
Circa 2,5 milioni di persone muoiono ogni anno a causa del fumo a livello mondiale, ed è stato previsto che intorno al 2020, il numero di decessi correlati al fumo raggiungeranno i 10 milioni di individui. La maggior parte delle persone che muoiono a a causa del fumo giungeranno alla morte dopo aver sofferto di una delle due o tre principali malattie: broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), malattia coronarica o cancro ai polmoni.

Componenti nocivi del fumo di sigaretta e relativi deleteri effetti del fumo sull’organismo

La nicotina

Si tratta di una sostanza attiva che stimola il cervello. Se si è fumatori cronici, quando i livelli di nicotina nel sangue scemano, si manifestano sintomi da astinenza, quali forte malessere, incapacità di concentrazione, fame, irritabilità, mal di testa, irrequietezza, ansia e inquietudine. Tutti questi sintomi spariscono quando si accende la sigaretta successiva.
Di conseguenza, molti fumatori sentono il bisogno di fumare tutti i giorni e per più volte al giorno per sentirsi bene. Inoltre, essi fumano per evitare i sintomi di astinenza associati alla nicotina.

Catrame

Le sigarette contengono diverse sostanze chimiche tossiche, come il catrame, che va a depositarsi nei polmoni, avvelenando di conseguenza i vasi sanguigni. Questi depositi, tramite il torrente ematico, si estendono al resto del corpo. Il fumo emesso dalle sigarette in realtà contiene più di 4.000 sostanze chimiche tossiche, che racchiudono più di 50 agenti cancerogeni, oltre a vari altri veleni.

Monossido di carbonio

Questo prodotto chimico nocivo va a detrimento principalmente della capacità del sangue di trasportare l’ossigeno. In particolare, le donne in gravidanza che fumano causano danni immensi al loro feto in crescita, in quanto il fumo fa sì che giunga una minore quantità di ossigeno al bambino. La minore quantità di ossigeno è considerata la causa primaria degli effetti negativi del fumo sul nascituro.

Patologie

Cancro

Rappresenta una delle malattie primarie associate al fumo di sigaretta. Il primo tumore che è stato studiato a fondo è il cancro del polmone. Ma è ormai ben noto che il fumo è collegato a vari altri tipi di tumori che colpiscono diverse parti del corpo: cervice, sangue (leucemia), stomaco, pancreas, vescica, rene,  esofago, laringe (corde vocali), bocca e gola.
Il rischio di contrarre un tumore correlato al fumo aumenta con la durata del periodo in cui si è stati fumatori. Gioca un ruolo determinante anche il numero di sigarette che sono state fumate.

Malattie cardiovascolari

Fumare sigarette provoca anche aterosclerosi. Questa patologia è caratterizzata dal restringimento e dall’indurimento delle arterie. Si tratta di un normale processo che avviene gradualmente con l’età, anche se l’abitudine al fumo accelera il normale processo nei giovani. L’aterosclerosi cagiona un aumento del rischio di malattia vascolare periferica, aneurismi dell’aorta, malattie cardiache e ictus. Inoltre, questa patologia può condurre, a lungo andare, anche ad amputazioni degli arti.

Malattie del sistema respiratorio

I polmoni del fumatore sono più inclini a danneggiarsi. Il danno al tessuto polmonare può causare varie malattie come l’enfisema. Questa patologia riduce la capacità polmonare di approvvigionare l’ossigeno dall’aria inalata. Circa il 90% dei casi diagnosticati dai medici sono principalmente causati dal fumo di sigaretta.
I polmoni, quando dono gravemente danneggiati, perdono la loro capacità di combattere le infezioni. Ciò espone maggiormente i fumatori attivi alle infezioni delle vie respiratorie, compresa la polmonite e la bronchite. Occorre essere consapevoli che le donne incinte che fumano causano gravi danni ai polmoni del loro piccolo in crescita.

Altre complicazioni della salute associate al fumo

E’ necessario sapere che il fumo di sigaretta o di altri prodotti del tabacco danneggia sicuramente la salute generale in vari altri modi. Quando il sistema immunitario è compromesso, ci sono più probabilità di contrarre ulteriori infezioni e malattie. Queste includono:

Rughe e segni prematuri della vecchiaia sulla pelle;
Disfunzione erettile;
Ulcere allo stomaco;
Cataratta;
Fragilità ossea;
Malattie parodontali (malattia delle gengive, come la piorrea e la parodontite, che causano la perdita dei denti).

Elenco delle patologie indotte dal fumo

E’ necessario innanzitutto tenere bene a mente una considerazione importante: non esiste una sigaretta sicura. Non ha importanza se la sigaretta che si fuma è light o ultra light: gli effetti del fumo sono ugualmente negativi e tendono a persistere nel tempo.
Sappiamo tutti che il fumo provoca il cancro e molte altre malattie. Punto. Tuttavia, i fumatori continuano a indulgere nell’abitudine. I piaceri del fumo durano solo pochi minuti, anche se possono portare a gravi problemi di salute in altre fasi della vita.
Le sostanze chimiche nocive e le tossine presenti nei prodotti del tabacco, come detto, possono diminuire la quantità di ossigeno che arriva al cuore e ciò può indurre stanchezza. Questa cosa è vera soprattutto quando si esegue qualsiasi tipo di attività fisica. Inoltre, il fumo può anche danneggiare le cellule dei vasi sanguigni e le arterie nel corso del tempo, causando molte altre malattie. L’elenco delle patologie indotte dal fumo è lungo:

Polmonite;
Cancro del pancreas;
Parodontite;
Cancro della cervice;
Tumore del rene;
Aneurisma aortico addominale;
Cataratta;
Leucemia mieloide acuta;
Disfunzione erettile negli uomini;
Cancro della vescica;
Cancro dello stomaco;
Cancro del colon-retto;
Cancro della prostata;
Cancro del fegato;
Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO);
Malattia vascolare periferica;
Malattia coronarica;
Enfisema;
Bronchite.

 

Il fumo rende soggetti anche a patologie e condizioni quali:

Complicazioni, come i problemi riproduttivi connessi alla fecondazione e al concepimento;
Maggiore velocità di post-infezioni delle ferite chirurgiche, e dunque rischio aumentato di setticemia;
Complicanze del diabete a causa di malattia vascolare periferica;
Fratture dell’anca a causa della riduzione della densità ossea.

Se avete intenzione di smettere di fumare e siete in cerca di forti motivi per farlo, è possibile scorrere l’elenco delle patologie indotte dal fumo che abbiamo presentato sopra.
Uno dei modi migliori per evitare il manifestarsi di queste malattie è quello di smettere di fumare immediatamente!

Ecco alcuni dei benefici per la salute connessi con l’abbandono dell’abitudine al fumo:

Se si smette di fumare prima dei 35 anni di età, allora la vostra aspettativa di vita generale diminuirà leggermente rispetto ai non fumatori;
Se si smette di fumare prima dei 50 anni, si riduce il rischio di morire di malattie associate al fumo del 50%.
Tuttavia, occorre tenere a mente che non è mai troppo tardi per liberarsi dal vizio del fumo al fine di ottenere numerosi benefici per la salute. Anche se si soffre di qualche malattia cardiaca o di BPCO, la prognosi migliora notevolmente una volta che si smette di fumare. Dunque, pensate sempre alle patologie indotte dal fumo prima di accendere la prossima sigaretta.

Smettete subito di fumare per vivere una vita lunga e sana!

Forse potrebbe interessarti...

Fumo di sigarette

Alcune cose sul fumo che i giovani dovrebbero sapere

Il fumo costituisce una delle principali cause di decesso nel nostro Paese. In questo articolo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *